Re DAVIDE conquista Gjor

Impensabile, insperato, utopistico, una favola da raccontare ai bambini , questo lo scenario per chi ha vissuto il Campionato  Europeo del Folletto Livornese. Ma andiamo per ordine. Non è stato un anno privo di difficoltà per mister Passoni e Davide Finocchietti, piccoli  problemi che in un anno così importante rischiavano di rendere tutto tremendamente difficile. Poi la partenza finalmente dopo tanta attesa, i giudici, lo striscione e poi il botto: si parte. Ritmo lento, forse troppo e il Finocchietti nascosto, tranquillo, sicuro proprio così come lo staff tecnico aveva pensato. Poi nel torpore arriva il comando… ”dare una scossa per fare selezione”, ma il Folletto ci pensa su ancora qualche km, non è convinto o forse è troppo consapevole di avere il pallino in mano. Pericoloso  lo spagnolo Paul Mcgrath così come il Turco Ozgur Topsakal che cercano in testa di prendere il largo ma senza convinzione tanto da mantenere dentro anche l’altro Italiano Aldo Andrei. A 3 km dalla fine Davide si trasforma, capisce che è il momento di rompere gli indugi, cambia pelle come Clark Kent faceva in Superman, appare il “FOLLETTO” che tutti in Toscana conosciamo fin troppo bene. Parte e comanda la selezione con evidentissimi problemi tecnici dello Spagnolo e con il Turco maledettamente in  affanno. Nonostante questo Mcgrath , lo spagnolo , non molla anzi sembra poter andare a prendere l’oro ma tecnicamente dimostra carenze evidentissime , tutti aspettano quello che non poteva non arrivare , quello che era giusto, sacrosanto. Lo Spagnolo in PIT LANE e Davide a vestire la corona, Campione Europeo 2018 e la favola si materializza per la nostra nazionale quando da dietro Aldo Andrei brucia in volata il Turco per una splendida doppietta azzurra. Via da Gjor con una unica certezza: ancora una volta GOLIA è sconfitto dalla frequenza, dalla tenacia, dall’intelligenza  di un piccolo grande RE Davide.

Passoni:

“L’urlo è stato un urlo liberatorio dopo una stagione travagliata, solo dopo l’arrivo ci siamo resi conti che l’impresa era fatta, ma ora a mente fredda rimango dell’avviso che le medaglie Internazionali  giovanili come i Titoli Italiani giovanili non contano niente se non inseriti all’interno di una programmazione a lungo termine.“

Annunci

La cronaca della gara di Calenzano

Sabato 30 a Calenzano di scena la quinta giornata del Trofeo Toscano 2018. Gara su strada che vedeva anche assegnare i Titoli di Campione Regionale su strada 2018 e i Titoli di Società. Il caldo non ha certo fermato i giovani marciatori Toscani che hanno dato vita a duelli senza esclusione di colpi nonostante il periodo sia pre estivo e lontano dalle gare più importanti.

RAGAZZI

Nella Categoria Ragazzi quinta vittoria consecutiva per Lapo Pini (Atletica Libertas Livorno) che questa volta ha però faticato non poco grazie soprattutto all’agguerritissimo Federico Arfà (Atletica Casalguidi) con Pietro Lenaz (Atletica Pistoia e Lucchesia ) sul terzo Gradino del podio. Il Titolo individuale per il primo anno di categoria è stato conquistato da Matteo Bruni (Atletica Casalguidi). Rispettate quindi le gerarchie della Classifica Generale e nulla di cambiato in vetta. Per quanto riguarda i CDS regionali vittoria all’Atletica Libertas Livorno con 84 punti sull’ Atletica Casalguidi seconda con 72 punti e terza l’Atletica Grosseto Banca Tema.

RAGAZZE

Continua l’attacco alla vetta del Trofeo Toscano di Marcia da parte di Lucrezia Nieri (Atletica Prato) che stravince la quinta prova conquistando non solo la vittoria di tappa ma il doppio Titolo Regionale ,essendo lei al primo anno di categoria. La ragazza di Prato, assente nelle due prove iniziali prova l’impresa di rientrare nelle prime posizioni del Trofeo. Secondo prezioso posto per Ester Vannucci (Atletica Casalguidi) e terzo posto per Marta Biagini (Atletica Pistoia e Lucchesia) che riescono ad interpretare al meglio il percorso di gara  conquistando un podio importantissimo ai danni di atlete di vertice come Ines Grillo e Vanessa Caprile che hanno pagato la difficoltà del circuito di Calenzano. Titolo di Società all’Atletica Firenze Marathon con 104 punti e al secondo posto l’Atletica Prato (93 punti) e Asd La Galla Pontedera al terzo posto (73 punti).

CADETTI

Come nella categoria Ragazzi anche nei Cadetti dominio di Claudio De Santis (Atletica Libertas Livorno) che regola con 18” di vantaggio Jacopo Farnesi (Atletica Livorno) che si conferma seconda forza della regione. Nonostante i 18” al traguardo , prova gagliarda per Jacopo che ha provato fino all’ultimo giro ad insediare la leader ship del De Santis che solo nel finale ha trovato lo spunto per conquistare Titolo e quinta prova. Al terzo posto si conferma Gabriele Melisi (Atletica Casalguidi) che però ha faticato non poco dall’incredibile rientro di Marco Pini (Atletica Libertas Livorno) finito quarto per un secondo. Per quanto riguarda il Titolo di società  Bis della Libertas Runners Livorno prima con 42 punti con al secondo posto l’Atletica Prato (12 punti).

Cadette

Ancora un esaltante duello tra Giada Traina (Atletica Livorno) e Luce Accordi (Assi Giglio Rosso). Per loro, che sia Trofeo Toscano, Campionato Italiano o manifestazione Provinciale cambia poco: è sempre grande sfida su ritmi “incandescenti”. La spunta per l’ennesima volta la Traina ma i due secondi di vantaggio al traguardo dimostrano quanto i valori in campo siano equivalenti e quanto ogni gara sarà una sfida all’ultimo secondo. Terzo  posto per Martina Quartararo (Atletica Livorno)  che vince l’importante duello con Emma Umiliani (Assi Giglio Rosso), quarta al traguardo. Duello punto a punto per il Titolo di squadra su strada vinto alla fine dall’Atletica Livorno (55 punti) proprio sull’Assi Giglio Rosso di Firenze. Determinante in questa prova il terzo punteggio di Valentina Piserini che consegna il Titolo alla Squadra di mister Favati. Onore al merito all’Assi di Enzo D’Ignazio. Terzo posto per l’Atletica Calenzano, padrona di casa , che sottolinea il miglioramento costante del Team di Francesco Galeotti.

ALLIEVE

Nei 5 km assoluti femminili solo atlete under 18 al via con la vittoria convincente di Gaia Bommarito (Toscana Atletica Empoli Nissan). La ragazza allenata da mister Sarri ha convinto, dimostrando finalmente una buona distribuzione e convinzione dei propri mezzi. Il secondo posto di Matilde Minuti (Atletica Livorno) riporta l’atleta Livornese in  testa al trofeo complice l’assenza per infortunio di Ginevra Perini. Terzo posto per Lucia Bruni (Atletica Prato) mentre quarta finisce Alessia Frezza (Atletica Grosseto Banca Tema) al rientro dopo otto mesi di stop per problemi fisici.

ALLIEVI

Tra gli allievi continua il duello tra Andrea Cosi (Atletica Firenze Marathon ) e Giulio Scoli (Atletica Livorno). Vince il fiorentino dominando la prova e guadagnando 4 punti di vantaggio rispetto al Livornese quando mancano tre prove alla conclusione del trofeo. Terzo posto per Fabrizio Caprai (Libertas Livorno) in una gara che vedeva anche gli atleti assoluti confrontarsi sui 5km del percorso. Vittoria della Promessa Ettore Grillo su Niccolò Coppini entrambi dell’Atletica Firenze Marathon. Grande impressione, dal punto di vista tecnico, l’ha fatta proprio Ettore Grillo. L’atleta allenato dal Professor Marco Ugolini ha dato vita ad una prova equilibrata e tecnicamente in evoluzione.

Appuntamento ora a sabato 14 luglio, per la sesta prova in pista, al Trofeo Martelli di Livorno e poi ai Campionati regionali Individuali nelle diverse date e sedi e gran finale in quel di Reggio Emilia per l’ottava e ultima prova.

Picchiottino bronzo ai Campionati del Mediterraneo. Traina vince a Fidenza al Pratizzoli

 

Un fine settimana ricco di appuntamenti quello appena concluso dai marciatori toscani. Sulla rinnovata pista di Jesolo, sabato 9 giugno sono andati in scena i Campionati del Mediterraneo Under 23, nei 10 km di marcia Gianluca Picchiottino è salito sul terzo gradino del podio  in una gara internazionale condizionata dal caldo.

Il livornese, partito in sordina nel gruppo dei migliori, ha provato a metà gara a rientrare sul battistrada ma col passare dei giri ha dovuto cedere il passo al lombardo Stefano Chiesa primo al traguardo e allo spagnolo Bermudez Manuel.

Queste le parole di Gianluca in un momento di riflessione dopo la gara: “Ti accorgi che sei sulla strada giusta quando non ti accontenti di un bronzo in una competizione internazionale. Oggi questo clima infernale ha influito molto sulla gara, e tutti lo abbiamo pagato tantissimo. A volte si vince altre volte si impara, e oggi ho imparato che devo migliorare a gestire meglio queste situazioni proibitive. Complimenti al mio compagno di nazionale Stefano Chiesa che è riuscito nell’impresa di portare a casa l’oro. Eh, niente: l’emozione di sentire l’inno sul podio è una cosa fantastica.”

1

Gianluca Picchiottino al terzo posto

A Fidenza domenica 10 Giugno è andato in scena il Memorial Pratizzoli per rappresentative regionali Cadetti.

Nella gara femminile dei tre km la livornese Giada Traina (Atletica Livorno) ha vinto confermando la sua leadership nazionale. Nella prima parte di gara ha lasciato imporre il ritmo alla campana Massa Eleonora per poi superarla dopo un km e imporre il proprio ritmo. Dietro la partenopea, la Fiorentina Luce Accordi ha colto un bel terzo posto con una gara in rimonta.

Nei tre km cadetti il livornese amaranto Claudio De Santis è giunto  quarto con il nuovo primato personale di 13’58”.

Un fine settimana davvero intenso!

Un fine settimana intenso quello che aspetta la marcia toscana.
Il primo a scendere in pista sarà Gianluca Picchiottino chiamato a difendere i colori della nazionale ai Campionati del Mediterraneo under 23, dopo la vittoria dello scorso fine settimana agli italiani di categoria. Scorrendo l’elenco degli iscritti il pronostico vede il livornese come favorito, l’avversario più temibile è Stefano Chiesa l’altro azzurro giunto secondo sul traguardo ad Agropoli Venerdì scorso; vorrà provare sicuramente a dire la sua il francese Bordier Gabriel che ha un PB di 1h23’02” sulla 20 km e e gli spagnoli che si esaltano solitamente in queste competizioni… la temperatura considerando l’orario le 16.30 condizionerà sicuramente la prestazione cronometrica

Il secondo a scendere in pista sarà Claudio De Santis sui 3 km al trofeo Pratizzoli: il ragazzo della Libertas Livorno indosserà per l’occasione la maglia della rappresentativa toscana, una gara quasi proibitiva la sua per ambire alla vittoria, in gara il fresco detentore della miglior prestazione italiana cadetti alltime Brigante Emiliano; con Claudio si contenderanno i due gradini del podio il laziale della ffgg Giampaolo Diego e il marchigiano Grilli Mattia.

Una sfida a due tutta toscana nella gara femminile, Giada Traina Atletica Livorno difenderà i colori della rappresentativa Toscana e troverà sulla sua strada Luce Accordi, la fiorentina degli Assi Giglio Rosso che parteciperà alla manifestazione a titolo individuale.

Siamo molto contenti che lorganizzazione abbia accolto la richiesta di far gareggiare entrambe le nostre cadette… sicuramente un valore aggiunto alla manifestazione, la competizione fra le due sicuramente le stimola a cercare sempre un ulteriore miglioramento; spesso ci troviamo tutti insieme per fare oltre ai classici raduni degli incontri un po’ più ristretti per poter far lavorare i cadetti e le cadette insieme. Il continuo confronto fra noi tecnici e l’armonia che stiamo cercando di trasmettere all’interno del gruppo ci fa ben sperare per la crescita di tutto il movimento toscano.

Trio

I tre protagonisti del Trofeo Pratizzoli di Fidenza

 

La marcia Ragazzi riparte da Livorno

Livorno 5 giugno 2018 – Secondo raduno di marcia in questi primi sei mesi dell’anno per i ragazzi e le ragazze toscane.

Non è mia intenzione una specializzazione precoce – pone l’accento Massimo Passoni, Responsabile tecnico regionale del settore – i ragazzi in questa fascia di età devono continuare a fare un lavoro multilaterale alla ricerca dell’apprendimento, dello sviluppo e del perfezionamento delle abilità motorie, migliorando la coordinazione e l’esecuzione tecnica dei vari gesti sportivi.  Con gli allenatori che avviano i ragazzi alla marcia, abbiamo deciso di confrontarci e di cercare nel limite del possibile di andare fin da piccoli a correggere quei difetti che un domani, se qualcuno dovesse scegliere di fare la marcia,  andrebbero ad incidere negativamente sul loro rendimento. Per quanto concerne la mia società per esempio, i ragazzi che oggi erano presenti al raduno fanno dai due ai tre allenamenti settimanali con un gruppo che fa un’attività multilaterale e poi con una  cadenza di una volta ogni 10 giorni si uniscono agli atleti più grandi per fare sedute tecniche di marcia e qualche ripetuta. Queste indicazioni sono state più volte trasmesse anche agli altri tecnici toscani del settore che utilizzano lo stesso criterio di allenamento.

I ragazzi oggi dopo alcuni giri di corsa sull’erba hanno fatto una seduta di stretching e di mobilità articolare prima in piedi e poi a terra, successivamente senza scarpe e calzini,  sull’erba hanno affrontato dei circuiti a forma di otto, i cui cerchi avevano un  diametro di circa 10m  alternando passi di marcia ampi e in frequenza a esercizi sempre di marcia con le braccia nelle varie posizioni e con  anche l’utilizzo di bastoni.  Il lavoro è stato ripetuto due volte per 10 minuti.

L’allenamento è proseguito facendo 3 volte i 300, ad un ritmo sostenuto, effettuando delle riprese per poi condividerle e commentarle con i vari allenatori, allo scopo di vedere il gesto ad una velocità leggermente superiore a quella del ritmo gara.

L’allenamento è terminato con esercizi di stretching e dei giri di corsa sull’erba come defaticamento.

L’appuntamento per chi è stato selezionato dai vari comitati provinciali è al trofeo delle province il 17 giugno a Pontedera, per tutti gli altri a Calenzano sabato 30 Giugno, in occasione dei campionati toscani giovanili di marcia e corsa su strada.

 

Picchiottino bene alla prima con la nuova maglia, quarto Barattini fra gli Juniores

Poco meno di un mese fa Gianluca Picchiottino è stato arruolato nella Guardia di Finanza ed ha iniziato la sua carriera da professionista con la casacca gialloverde.

Venerdì 1 giugno il livornese allenato da Massimo Passoni ha fatto l’esordio con la nuova maglia ai Campionati Italiani Under23 su pista che si sono svolti ad Agropoli, sui 10 km di marcia.

Al via i migliori specialisti della distanza,  che si sono affrontati in pista nella ridente cittadina campana.

La gara è stata subito impostata su un buon ritmo, a fare l’andatura fin dai primi km si sono messi Giacomo Brandi (Atl.Avis Macerata ) e Stefano Chiesa (Atl. Cento Torri Pavia),  seguiti da Picchiottino e Gregorio Angelini (Alteratletica Locorotondo); col passare dei km i quattro di testa hanno preso un buon vantaggio, il primo a cedere  sotto il ritmo imposto da Chiesa è stato Angelini, successivamente Brandi, ai 5 km il passaggio è stato 20’21”. La gara è proseguita in maniera lineare fino all’ottavo km con sempre Chiesa a fare il ritmo.

A 5 giri dalla fine Picchiottino ha preso l’iniziativa ed è passato da un ritmo di 4’03”  dell’ottavo  ad un ritmo da 3’45 del km successivo. Il cambio secco del livornese ha creato subito un grosso divario fra se e l’avversario.

La situazione non è cambiata fino all’arrivo. Vittoria di Picchiottino in 40’17”34, secondo con il nuovo persona l best di 40’34”56 Stefano Chiesa , terzo Giacomo Brandi 41’42”17 anche per lui nuovo primato personale, quarto Angelini Gregorio 41’46”48.

Adesso una settimana di recupero per  poi affrontare al meglio i Campionati europei del Mediterraneo Under 23 a Jesolo con la maglia azzurra, per i primi tre atleti classificati.

Anche nella gara Juniores svoltasi in quinta corsia contemporaneamente alla gara promesse  quattro atleti hanno preso il comando della competizione, Fanelli Nicolas (Atl.Amatori Cisternino), Orsoni Riccardo (Cus Parma ) Barattini Fabio (Atl.Livorno) e Chirivì Diego ( Cus Torino ) e la situazione è rimasta invariata fino al 5000 con un passaggio intorno ai 22’15”. Fra il quinto e il sesto km Chirivì ha provato a fare un cambio di ritmo  ed ha preso una ventina di metri sui diretti inseguitori. Col passare dei giri Barattini perdeva secondi preziosi dai battistrada mentre gli altri si riportavano sotto il fuggitivo trascinati da Riccardo Orsoni.

Col passare dei giri Orsoni dopo aver annullato il distacco, ha sopravanzato l’atleta del Cus Torino, raggiunto  e superato poi anche da Fanelli. Le posizioni sono rimaste invariate fino alla fine.

Primo Orsoni in 43’59”30 secondo Fanelli  44’09”40,terzo Chirivì 44’35”40, quarto Barattini 45’20”59

 

Traina e De Santis si impongono a Grosseto

Grosseto, 20 Maggio 2018 – Campionati di società su pista fase interprovinciale.

Sui 3 Km di marcia Cadette  è andato in scena il solito duello fra Luce Accordi (Assi Giglio Rosso) e Giada Traina (Atletica Livorno),  una gara tattica, le due ragazze non sono andate alla ricerca della prestazione ma si sono controllate a vicenda fino a seicento metri dalla fine quando la livornese ha preso il largo chiudendo in 15’15”5; dietro di loro in quattro atlete si sono messe al loro inseguimento: Fiorini, CerretiniQuartararo, e Umiliani, quest’ultima verso la metà della gara ha provato a rientrare sulle battistrada per poi cedere nel finale; successivamente la Quartararo ha provato a riagganciarsi alle testa della corsa, ma non riuscendoci ha consolidato la sua terza posizione, quarta Sofia Fiorini, quinta Aurora Cerretini.

Grosseto_F

Traina, Accordi e Quartararo sul podio

Sui 5 Km Cadetti fin dall’inizio De Santis e Farnesi se ne sono andati imponendo il loro ritmo; anche per loro una gara lenta al di sopra dei loro personali, si sono controllati e aiutati fino ad un giro dalla fine quando hanno deciso di chiudere la gara con un veloce 400 finale, che ha visto l’amaranto De Santis prevalere al fotofinish su  Farnesi. Terzo al traguardo Gabriele Melisi (Atl. Casalguidi Ariston), che nella prima parte di gara ha provato a tenere il ritmo dei migliori, ma che poi, sanzionato dai giudici con uno stop in pit-lane, ha dovuto rallentare. Quarto al traguardo Mirco Pini.

Grosseto_M

De Santis, Farnesi e Melisi sul podio